Con l’età ed il tempo il rachide va incontro a fenomeni degenerativi che coinvolgono i corpi vertebrali, le faccette articolari e i dischi intervertebrali. Questa condizione degenerativa interessa il nucleo polposo e le strutture anatomiche della colonna e viene comunemente chiamata patologia degenerativa della colonna vertebrale”.

degenerativa1degenerativa2degenerativa3


La letteratura internazionale evidenzia che a 50 anni ne presenta un’evidenza clinica il 20-25% delle persone. Sopra i 65 anni l’incidenza aumenta fino al 70-90% della popolazione

SINTOMI

In caso di interessamento del rachide cervicale i disturbi che possono manifestarsi sono:

  • Cervicobrachialgia (dolore al collo ed al braccio)
  • Difficoltà nel compiere movimenti fini con le mani, sensazione di pesantezza agli arti inferiori, disturbi della sensibiltà al tronco e agli arti inferiori e disturbi sfinterici.

Se la zona anatomica affetta è il rachide lombosacrale i sintomi più frequenti sono

  • Lombosciatalgia (dolore alla schiena ed alla gamba)
  • Deficit di forza agli arti inferiori e, più raramente, disturbi sfinterici.

L’uso del neuroimaging, come la Tomografia Computerizzata (TC) e la Risonanza Magnetica (RM), consentono di fare la corretta diagnosi e programmare il miglior trattamento per ogni singolo caso.


TRATTAMENTO

All’inizio della sintomatologia il trattamento è conservativo, ovvero fisioterapia, ginnastica posturale , nuoto e terapia farmacologica (analgesici e cortisonici);

Nel caso invece di pazienti che manifestano dolore resistente alla terapia conservativa ed hanno deficit neurologici, si ricorre al trattamento chirurgico.

Intervenire chirurgicamente ha lo scopo di agire sulla microinstabilità secondaria alla degenerazione discale, rimuovere la compressione, preservare la stabilità della colonna e ripristinare la corretta motilità del segmento.

Il professor Raco è un pioniere della chirurgia percutanea mini-invasiva del rachide ed è considerato uno dei massimi esperti internazionali, come dimostrato dalle numerose onorificenze avute in tutto il mondo (vedi curriculum)